Simone Turchi.jpg

Simone Turchi

Restauratore mobili

Mi chiamo Simone Turchi, ho 34 anni, sono di Grottaferrata (RM).

Sin da ragazzo colleziono oggetti e mobili antichi.

A circa 20 anni frequentai la bottega restauro di un antiquario di Roma della via Appia Nuova nei pressi dell'incrocio con la via Appia Pignatelli.

Da acquirente in poco tempo, cominciai a frequentare il laboratorio del mio amico Antiquario solo per imparare il mestiere... chiesi se fosse possibile anche alla condizione di non essere pagato, pur di imparare un mestiere come quello... Che a me appassionava molto.

Da quel dì per me restaurare  il legno rappresenta una "missione": di riportare, il più possibile, allo stato originario, tenendo conto delle epoche che ha passato il mobile e degli anni che ha.

Usando per la ricostruzione delle parti mancanti del mobile , le stesse essenze di legno del mobile, vuoi per il massello che per i vari tipi di piallaccio ( impiallacciatura o lastronatura).

Io amo tutto ciò che è antico e lo rispetto, proprio partendo dall' idea di " ricostituirlo" , ridonandogli la sua iniziale " struttura" , " senso" e "sapore", con i quali facevano i conti anche gli ebanisti di epoche passate.

L' antico per me preserva le nostre radici e per questo esso va valorizzato e preso in cura. Un mobile antico può costare di più di un mobile moderno( anche se non sempre è così) ma di certo il mobile moderno spesso realizzato con materiali di seconda scelta e punto con distanze chimiche di basso profilo ambientale e chimiche ,non potrà mai raccontare la storia del mobile antico ed avere il suo sapore.... Per me ognuno di noi anche se poco abbiente , ha diritto ad un pezzo di antichità in casa , che rappresenta un pezzo di storia evolutiva del mobile o di un oggetto.... Un  po' come dire un antichità per tutt