Maria Fucci

Oggettistica in legno

Mi chiamo Maria, sono sposata con Rudy da 47 anni, abbiamo quattro figli, tre sono sposati, e Paolo che abita con noi.

Quando era ancora ragazzo, Paolo si è inserito in una cooperativa sociale dove ha imparato a fare un po’ di restauro e un po’ di falegnameria.

Poi la cooperativa ha chiuso e Paolo si è trovato senza lavoro e molto scoraggiato. Cercavo qualcosa che gli desse un po’ di speranza,  così gli ho proposto di provare a fare restauro in proprio. Avevamo una tettoia nel parcheggio sotto casa, ho allestito lì un piccolo laboratorio, poi ho chiesto alle  mie amiche se avevano qualche mobile da rimettere a posto; così sono arrivate le prime cose da riparare. Paolo ha preso coraggio e ha iniziato. Anch’io stando vicino a lui per aiutarlo, piano piano ho imparato a restaurare, strada facendo siamo diventati più bravi, tante persone ci hanno affidato mobili importanti, ricordi di famiglia. Un amico ci presentò una scrivania e ci disse: sarebbe da bruciare ma lì ho studiato e vorrei recuperarla; un altro portò il cassettone del nonno e così via. Il legno dà tante soddisfazioni, è una materia viva e questi mobili diventano delle creature da sanare, da proteggere. 

Quante volte sono scesa, nella "tettoia - laboratorio", anche di sera tardi, con vento e pioggia per vedere se erano ben protetti. Con questi oggetti si stabilisce un rapporto di rispetto, perché vai a toccare una cosa fatta da altre mani, quella persona ci ha messo la sua arte.  

Dopo un periodo di difficoltà nella salute, è stata la volta di provare a fare piccoli oggetti in legno.

Ci dicevamo: "Qualcosa di carino e che abbia anche una utilità, papà è bravo a disegnare, tu a tagliare... lui era perplesso, mi diceva: ma poi chi li compra? Gli ripetevo, proviamo... abbiamo prodotto alcuni oggetti, poi ho chiesto ad un gruppetto di amiche di venire a vederli e di dirci veramente se potevano interessare, è stato un successo!!! Hanno comprato e ordinato varie cose, con loro ho creato un gruppo whatsapp dove promuovo gli oggetti che man mano produciamo. Chiediamo i loro consigli e arrivano tanti suggerimenti, il gruppo si chiama “Noi con voi” perché gli oggetti nascono nel nostro laboratorio, dalle nostre mani ma con l’apporto di tante persone amiche. Tra le tante cose, abbiamo realizzato una Madonna con il Bambino, ho chiesto al "gruppo" che nome potevamo darle, la maggioranza ha detto "Tenerezza".

Per noi ogni articolo che produciamo è una sfida, un percorso per farlo il meglio possibile, affinchè possa testimoniare il bello della natura, il bello tra noi!! Non sempre è facile, per vari motivi, ma come fermarsi davanti ad una vita così meravigliosa? Una vita che ti sorprende e ti innamora, è bella ed io la voglio vivere sempre più!

“Quanto meno abbiamo, più diamo. Sembra assurdo, però questa è la logica dell'amore.”

Madre Teresa di Calcutta

Sostieni l' associazione di volontariato

"Una Città non basta"

IBAN: IT 89 C 02008 21900 000102515621

Via Colle Giorgi, 48, 00049 Velletri RM

  • Instagram

Copyright © 2020 unacittanonbastacoop.com tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di tutti i contenuti pubblicati.